Ultima modifica: 28 Febbraio 2019
Istituto Comprensivo di via Acerbi > Area di progetto: io e gli altri

Area di progetto: io e gli altri

Oggi più che mai la scuola si pone come fondamentale luogo di incontro e di crescita di persone. Educare, trasmettere conoscenze e valori che danno appartenenza, identità, passione è uno dei principali traguardi a cui ambisce chiunque operi nel campo pedagogico. Educare significa aiutare i ragazzi a scoprire il valore di se stessi, delle cose e della realtà che li circonda, primo fra tutti, il rispetto di sé e degli altri, generato dalla consapevolezza che esiste un valore intangibile: la dignità di tutti e di ciascuno.
Le proposte progettuali presentate nel nostro Istituto, in quest’area di progetto, affrontano quattro aspetti educativi fondamentali per lo sviluppo dell’individuo: il tema della cittadinanza, il tema dell’affettività, i temi del bullismo e cyberbullismo.

Finalità dei progetti di cittadinanza

• Promuovere azioni finalizzate al miglioramento continuo del proprio contesto di vita, partendo dall’esperienza quotidiana a scuola e dal personale coinvolgimento in routine consuetudinarie
• Promuovere e condividere iniziative di solidarietà, all’interno della realtà locale.
• Favorire l’integrazione di ogni scuola con il suo territorio di appartenenza, locale e nazionale.
• Valorizzare l’unicità e la singolarità dell’identità culturale di ogni studente.
• Costruire un senso di legalità e sviluppare un’etica della responsabilità.
• Conservare il patrimonio culturale che ci viene dal passato, accompagnando il ragazzo a comprenderne il senso, al fine di costruire un futuro migliore.
• Confrontare aspetti caratterizzanti le diverse società studiate anche in rapporto al presente.
• Valorizzare i beni culturali presenti sul territorio locale e nazionale.
• Introdurre i giovani alla vita adulta, fornendo loro quelle competenze indispensabili per essere protagonisti all’interno del contesto economico e sociale in cui vivono.

Finalità dei progetti di affettività

• Promuovere una riflessione che stimoli il senso della responsabilità critica e di discernimento.
• Creare nei giovani l’autoconsapevolezza e la capacità metacognitiva.
• Insegnare ai ragazzi ad aver cura e rispetto del proprio corpo, attraverso l’educazione alla salute.
• Individuare con consapevolezza i cambiamenti in corso, tipici dell’adolescenza a livello corporeo, psicologico e relazionale.
• Favorire l’assunzione di un atteggiamento positivo, sereno e consapevole nei confronti della sessualità

Finalità dei progetti di bullismo e di cyberbullismo

• prevedere programmi di prevenzione in grado di promuovere capacità relazionali nel rispetto di sé e degli altri
• fornire agli alunni maggiori informazioni che possano tradursi in aumentata sensibilità rispetto al fenomeno
• favorire l’integrazione del gruppo dei destinatari, in un clima percepito come non giudicante, sereno e neutro, idoneo a facilitare il confronto e la discussione nel rispetto di tutti e di ciascuno
• favorire la comunicazione e l’interazione sia con i coetanei che con gli adulti
• garantire un intervento continuato, strutturato e qualificato attraverso le reti presenti sul territorio. Promuovere programmi di intervento specifici (anche con figure professioniste diverse dai docenti, come psicologi, avvocati, educatori, carabinieri, esperti della rete, per il cyberbullismo…), rivolti agli alunni
• coinvolgere i genitori come parte attiva di un progetto educativo più ampio

Proposte relative ai diversi ordini di scuole:

Scuola dell’Infanzia

Io tu noi
Piccoli cittadini nella natura
Uno sguardo intorno a noi
Varcando il cancello di scuola
Viva i nonni

Scuola primaria

Progetto di educazione socio-affettiva e sessuale

Scuola secondaria

Percorso per preadolescenti sull’educazione all’affettività e alla sessualità
Sportello d’ascolto
Vivere la storia
English Geography
Concorso FAI Naviglio Pavese
BASTABULLI

 

 




Link vai su